DSC_2182

Corso di immagine personale e psicologia del Colore

Habito 3.0 è un progetto che, come dice il nome stesso, prende ispirazione dal mondo dell’abbigliamento e della Moda. Ma è molto più di questo. E’ un modo di vedere il mondo, una filosofia, un percorso interiore.

L’idea di fondo si sviluppa partendo dagli studi sul colore di Luscher, Goethe, Itten, Steiner, Kandinsky, Jung e Widmann. Questi grandi uomini hanno approfondito lo studio del valore simbolico del colore, sia a livello psicologico, sia negli effetti fisiologici conseguenti, per poi applicare le teorie scoperte in vari campi umani.

In sostanza il colore provoca effetti sia sulla mente, sia sul corpo delle persone, influenzandone gli stati d’animo ed evidenziando gli squilibri a livello della personalità, della salute fisica e delle relazioni interpersonali. Questi dati sono ricavabili somministrando un semplice test alle persone, della durata di pochi minuti: il test dei Colori (ispirato al Test di Luscher). Una volta capito qual è il vissuto profondo della persona che si ha davanti, si può proporre un percorso che porti a recuperare lo stato di salute psichica e fisica e a trovare una nuova immagine di sè, spendibile sia nella sfera privata, sia nella sfera professionale e pubblica.

Il tutto utilizzando i colori ‘giusti’ per la singola persona.

Per ‘giusto’ intendo un colore che valorizzi la persona a livello fisico e la faccia quindi risaltare nel suo lato migliore e con l’immagine più bella e solare possibile, ma non solo. Per ‘giusto’ intendo anche un colore che, se usato spesso e con consapevolezza, porta la persona a fare un percorso dentro di sè e ad acquisire maggiore capacità di introspezione, a capire meglio quali sono i suoi punti deboli e i punti di forza, le qualità ancora da sviluppare, la direzione professionale più consona ai propri talenti e il tipo di relazioni personali più evolutive.

Questo tipo di percorso inizia con la somministrazione del test e con la frequenza di un corso sul valore simbolico dei colori. Prosegue poi con lo studio individualizzato dei colori ‘giusti’ per ogni persona e quindi con la proposta di una nuova immagine personale (abbigliamento, pettinatura, trucco : in una parola stile personale). Ma non si ferma qui: può coinvolgere anche il modo di tenere il guardaroba, i colori con cui arredare la casa, i colori dei cibi da portare abitualmente in tavola, il tipo di attività e di hobby che possono favorire lo sviluppo armonioso della personalità: insomma, può trasformarsi in una filosofia da applicare a tutti gli aspetti della propria vita. Niente paura, non si tratta di qualche strana terapia di lavaggio del cervello, nulla di tutto questo. Si tratta di un tipo di Arte che già Socrate definiva ‘maieutica’, perchè si limita a scoprire ciò che si trova già dentro ogni singola persona, ma che spesso la vita porta a dimenticare o a chiudere in un cassetto.

Il colore ha il potere di riportare alla luce aspetti di noi stessi che avevamo rimosso, tutto qui.

Questo percorso può essere utile a chiunque voglia operare un cambiamento della propria immagine partendo dalle proprie emozioni e dai desideri più profondi, magari a seguito di un evento traumatico : una donna separata che vuole sentirsi di nuovo bella, una mamma che dopo la gravidanza ha bisogno di riappropriarsi del proprio corpo, un lavoratore che dopo un licenziamento ha voglia di rimettersi in gioco e aprire un’attività in proprio, una vedova che dopo un lutto ha bisogno di sentirsi ancora viva, un malato che dopo o durante una terapia invasiva sente la necessità di sentirsi ancora bello e vitale…le applicazioni sono davvero infinite, come del resto sono infiniti i casi della Vita. Ovviamente si rivolge sia alle donne che agli uomini, sia agli adulti che ai ragazzi.

Personalmente posso dire che a me il colore ha salvato la vita! Nel senso che mi ha sempre consigliato inconsciamente e intuitivamente qual era la strada giusta per me e quali invece le vie da evitare. Recentemente poi, dopo la nascita di mia figlia, lo studio del colore e del cambio di preferenze cromatiche che è avvenuto in me spontaneamente durante la gravidanza, mi ha portato a capire cose di me che non avevo mai affrontato, a diventare più recettiva ed empatica, a fidarmi della mia intuizione, ad occuparmi delle persone, ad essere una mamma e una compagna felice e una donna realizzata…in una parola : il colore mi indica la strada per essere una persona migliore e più bella.